Piaggio e l’ambiente

Il Gruppo Piaggio, perseguendo i principi statuiti dal proprio Codice Etico, opera a livello globale compiendo “scelte di investimento e di iniziative industriali e commerciali […..] informate al rispetto dell’ambiente e della salute pubblica” (art.7).
In particolare
“Fermo il rispetto della specifica normativa applicabile, la società ha riguardo alle problematiche ambientali nella determinazione delle proprie scelte, anche adottando – dove operativamente ed economicamente possibile e compatibile – tecnologie e metodi di produzione eco-compatibili, con lo scopo di ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività” (art.8).

Nel Gruppo Piaggio vi è la ferma convinzione che la tutela dell’ambiente nello svolgimento di tutte le attività aziendali sia essenziale per una coesistenza armoniosa tra uomini, tecnologia e natura, e che l’impegno verso uno sviluppo sostenibile, oltre ad un valore dell’etica dell’impresa, rappresenti un’importante variabile in ogni strategia aziendale. Tutto questo trova realizzazione innanzitutto attraverso la creazione di prodotti sostenibili, che devono essere fabbricati utilizzando impianti con il minor impatto ambientale possibile.
Il Gruppo Piaggio, che ha realizzato l’ampliamento di alcuni siti produttivi, continua a proseguire una politica ambientale focalizzata nella razionalizzazione dei consumi delle risorse naturali e nella minimizzazione delle emissioni nocive e dei rifiuti risultanti dalla produzione. A fronte di tali intenti, le iniziative realizzate si concentrano su seguenti ambiti:

  • mantenimento delle certificazioni ambientali per gli stabilimenti del Gruppo;
  • riduzione dei consumi energetici;
  • riduzione delle emissioni CO2 ed altri inquinanti;
  • conservazione delle risorse idriche
  •  gestione e recupero dei rifiuti.

Nell’ambito dei sistemi di gestione, la certificazione ambientale ISO 14001 è un utile strumento che consente a Piaggio di utilizzare un approccio strutturato e coordinato, tra le diverse sedi del Gruppo, permettendo la definizione degli obiettivi ambientali e l’individuazione dei rischi e delle opportunità di miglioramento, assicurando il rispetto di tutti i requisiti normativi rilevanti per l’ambiente, riducendo i costi legati ai consumi energetici, alla gestione dei rifiuti e delle materie prime e perseguendo un processo di miglioramento continuo della performance ambientale.

A dicembre 2010 gli impianti produttivi già accreditati, ovvero Pontedera, Noale e Scorzè, hanno ottenuto il rinnovo dei certificati ISO 14001:2004 per il Sistema di gestione ambientale, fino al dicembre 2013 incorporando nel Sistema certificato anche il sito di Mandello del Lario. Nell’autunno 2012 i 4 siti italiani sono stati oggetto di una visita di mantenimento, da parte della società di certificazione. L’esito è stato positivo, senza che siano state riscontrate “Non Conformità”. Nel gennaio 2011 anche lo Stabilimento di Vinh Phuc ha ottenuto la certificazione ISO 14001:2004.

Nel corso del 2012 non risultano danni causati all’ambiente per cui la Società sia stata dichiarata colpevole in via definitiva, né sanzioni o pene definitive inflitte all’impresa per reati o danni ambientali.

L'attenzione posta da Piaggio nei confronti degli impatti ambientali derivanti dalle proprie attività si esprime anche attraverso il CSR Report, strumento in uso dal 2008 attraverso il quale il Gruppo definisce gli impegni e rendiconta le proprie performance nei confronti dei diversi gruppi di stakeholder. Il CSR Report rappresenta, pertanto, un mezzo per dichiarare la politica ambientale adottata da Piaggio, le azioni intraprese ed i risultati raggiunti, in un’ottica di miglioramento continuo.